AVVENTURE TRA I PIRATI

Romanzo storico per ragazzi ambientato nel Seicento. La protagonista, Caterina, vive un’avventura sconvolgente tra la corte del Re Sole e il mondo dei pirati.

IlCapitello_logo.original.png

TRAMA

“Avventure tra i pirati” è un romanzo storico.

Caterina, rimasta orfana, è costretta a trasferirsi con la sorella Isabella alla corte del re di Francia, presso uno zio. Siamo nel Seicento, all’epoca del grande re Sole, Luigi XIV. Lo zio e la cugina, la perfida Adelaide, preparano per le due sorelle un futuro davvero angosciante. Caterina, però, ha un’idea geniale che manderà all’aria il progetto. Una serie incalzante di vicende conduce le due ragazze nel bel mezzo del Mediterraneo, su una nave di pirati. Il dolore, la paura, l’amore, l’avventura faranno capire a Caterina qual è la sua strada nella vita.

 

IL LIBRO E LA SUA STORIA

Il libro è stato pubblicato nel 2005 dall’ Editrice Piccoli.

Per una qualche oscura ragione, mi piace particolarmente la storia del Seicento: la caccia alle streghe, i pirati e i corsari, il re Sole…... Ho così pensato di scrivere un romanzo ambientato nel mio secolo preferito e precisamente nel mondo dei pirati.  Ho letto tutto quello che ho trovato sull’argomento e devo dire che la preparazione è stata divertente come la scrittura di questo romanzo colmo di avventure e colpi di scena.

 

ASSAGGI 

Caterina guarda il mare. E' calmo, ma una leggera increspatura grigio perla lascia intravedere la possibilità di una tempesta in arrivo….

Intorno a lei gli uomini si muovono alacremente, i visi cotti dal sole, i corpi segnati dalle cicatrici. Anche loro sono un mondo inquietante. Il mondo dei pirati…

Ma come è iniziata questa storia? Qual è il punto di partenza dell’avventura che l’ha inghiottita nell’abbraccio fra cielo e mare?

Corruga la fronte nello sforzo, cerca una linea retta nel groviglio dei ricordi.

Forse quella sera a Versailles; forse quella frase di Adelaide…”

 

-Signori, il re!

Il brusio dei cortigiani cessò. Ora si udiva solo il rumore del bastone regale che Luigi XIV batteva ritmicamente sul pavimento al suo incedere.

-Questa volta non devo inciampare- pensò Caterina.

Diede una sbirciatina a sua sorella Isabella e alla cugina Adelaide che al suo fianco si preparavano a fare la riverenza: loro erano a proprio agio.

 

-Bene, signori, vi comunico che siete prigionieri del grande capitano Mohamed Mahariti e…

-Voi non siete un capitano, siete un pirata!

 

Scivolò a lungo, sul legno, su altri corpi, sull’acqua. Si sentì sbattere con violenza contro il parapetto della nave e non fece nemmeno in tempo a sentire il dolore che un'altra botta potente la ridusse quasi all'incoscienza…. Cadde giù nell’'acqua scura e fredda... Diede un ultimo addio alla vita e rinunciò a combattere.

Copyright di Patrizia Marzocchi, tutti i diritti sono riservati.